CURRICULUM ARTISTICO

del CORO POLIFONICO e dell’ORCHESTRA SINFONICO - RITMICA

dell’ACCADEMIA MUSICALE “ENRICO CARUSO”

 

 

 

Il Coro Polifonico e l’Orchestra Sinfonico- Ritmica dell’Accademia Musicale Enrico Caruso nascono nel 1996, e sono attualmente costituiti da oltre 40 voci e 50 orchestrali.

Entrambi sono stati fondati e vengono diretti dal M° Giuseppe Schirone, il quale si dedica allo studio e all’esecuzione di vari generi musicali, spaziando con passione, ma soprattutto con competenza e professionalità, dalla musica sacra alla musica profana, alla classica napoletana, al gospel, alla musica sinfonica e da camera e all’opera lirica.

Dalla costituzione ad oggi il coro e l’orchestra, che vanta un vastissimo repertorio, ha svolto un’intensa attività concertistica, coronata da favorevoli consensi di critica e di pubblico, eseguendo più volte, nel corso di più di venti anni, il Gloria ed il Magnificat di A. Vivaldi, il Requiem e la Grande Messa in Do min di W.A. Mozart, il Dixit ed il Messia di G. F. Haendel, la Messa di Gloria di G. Puccini, lo Stabat Mater di G.B. Pergolesi, il Te Deum di F.J. Haydn, e tante altre opere di musica sacra.

 

Per quanto riguarda la musica operistica, per la quale il M° Schirone è stato ideatore e direttore artistico di molte importanti Manifestazioni e Festival in tutta Italia (evidenziamo ad esempio la Pomigliano Classica affiancata alla famosa Pomigliano Jazz e Sul Sentiero degli Dei in Costiera Amalfitana), abbiamo portato in scena Cavalleria Rusticana di P. Mascagni, la Carmen di G. Bizet, l’Elisir d’Amore di G. Donizzetti, la Traviata di G. Verdi, la Boheme di G. Puccini e l’opera lirica moderna Luisa Sanfelice di A. D’Alessandro, un dramma lirico in 2 atti sulla rivoluzione napoletana del 1799, una pagina di storia importantissima che si intreccia con la rivoluzione francese del 1789 e che ha riscosso un grandissimo apprezzamento dalla critica e dal pubblico sia in Italia che all’estero. Infatti quest’opera, prodotta dall’Accademia Musicale Enrico Caruso, è andata in scena, riscuotendo un grande successo, anche nei Teatri dell’Opera in Russia, assieme alle Canzoni Classiche Napoletane in un Grande Concerto intitolato “Eternamente Caruso” dedicato al più grande tenore di tutti i tempi del quale ci pregiamo di portarne il nome e di proporlo in tutto il mondo.

 

A Caruso sono stati dedicati numerosi concerti e manifestazioni nel corso di tutti questi anni. “Ritmi Nascosti di una Voce senza Tempo” è uno dei tanti a lui dedicati, tenuto in diverse occasioni, tutte di grande successo, al Teatro Mediterraneo in Napoli, presso l’Auditorium della Curia di Napoli, al Teatrino di Corte del Palazzo Reale, a Sorrento, ecc. Tuttavia, in ogni nostra manifestazione, c’è sempre stato un omaggio al grande Caruso, orgoglio e vanto di Napoli, colui che ha reso famosa la Canzone Napoletana nel mondo rendendola patrimonio culturale riconosciuto ed indiscusso e, per questo motivo, scegliemmo e siamo onorati di portarne il nome.

 

Sono seguite tournée in tutta la Francia e la Svizzera esibendoci nei principali Teatri dell’Opera con Concerti di Canzoni Classiche Napoletane ed Arie d’Opera rese famose dal grande Caruso durante la sua strepitosa carriera.

Un altro tour ci ha portati nei Paesi Bassi (Belgio e Olanda) ed in Germania ove abbiamo riscosso un grandissimo successo portando il vasto repertorio classico napoletano, registrando il tutto esaurito ogni sera.

 

Anche nella musica sinfonica e da camera la nostra orchestra si è esibita in numerosissimi concerti in Italia e in tutta Europa eseguendo musiche di Mozart, Bach, Beethoven, Tchaikovsky, Shostakovich, Rachmaninov, Fauré, Mendelssohn, Liszt, Ravel, Mahler, Schubert, e di tanti altri grandi compositori. Proprio di recente abbiamo portato in Spagna, per una tournée in Andalusia, la nostra orchestra sinfonica di oltre 50 elementi, il nostro coro polifonico di oltre 40 elementi e, ovviamente, i migliori cantanti solisti, ove ci siamo esibiti in vari concerti di musica classica, sinfonica e operistica riscuotendo un enorme successo.

 

Inoltre non sono mancate le esperienze in altri generi musicali, tra i quali evidenziamo la partecipazione al concerto del grande blues man B.B. King a Napoli nell’estate del 2002, ed il Musical. Il M° Schirone è stato infatti compositore di ben tre importanti lavori, quali lo spettacolo Napoli tra i Viceré e Masaniello dedicato alla Napoli seicentesca, il Miracolo Inventato messo in scena dai ragazzi di Forcella, uno dei quartieri più degradati ed “a rischio” di Napoli, e Liberi di Cantare interamente dedicato alla realtà carceraria italiana, preparato e messo in scena dai detenuti del Carcere di Poggioreale di Napoli.

 

Queste ultime due composizioni attestano e testimoniano la grande sensibilità ed attività nel sociale che l’Accademia Musicale Enrico Caruso

ha sempre svolto nel corso degli anni. Ed in linea con questo spirito il 4 gennaio 2010 il M° Schirone ha formato l’Orchestra dei “Giovani Filarmonici di Napoli” composta da tutti giovani tra i 15 ed i 25 anni,

reclutati dalla strada ed avvicinati allo studio della musica e di uno strumento, e così sottratti ad un destino spesso malevolo verso quei ragazzi che crescono in famiglie poco abbienti, senza una guida, senza passioni e lasciati a se stessi.

 

L’attività didattica è l’altro pilastro dell’Accademia Musicale Enrico Caruso, che forma tanti talenti nel canto lirico, moderno e jazz e nella musica in vari generi, oltre ad organizzare stages di alto perfezionamento del canto lirico e moderno con la presenza di famosi selezionatori dei principali Talent Show della TV italiana e di importanti musicisti di fama internazionale, oltre a master class per il perfezionamento nello studio di specifici strumenti e percorsi, tenute da musicisti docenti di rilevante importanza, ai quali partecipano anche tanti studenti stranieri, provenienti dai Conservatori di tutto il mondo.

 

Alcuni di questi talenti vengono prodotti e seguiti discograficamente e nella carriera dall’Accademia Musicale Enrico Caruso che svolge anche un ruolo manageriale e di produttore di tanti artisti virtuosi e di lavori di rilievo.

Maestro Giuseppe Schirone

unnamed.jpg

Maestro concertatore e direttore ha studiato pianoforte al Conservatorio Tito Schipa di Lecce, ha seguito corsi di musica corale partecipando a seminari e stage internazionali. Dal 1985 al 1990 ha seguito un percorso musicale nel mondo della musica leggera nazionale ed internazionale vincendo il Festival Bar 1986, partecipando a molte trasmissioni televisive Rai e Mediaset.

Si è diplomato in canto al Conservatorio di Benevento sotto la guida del M° Raffaele Passaro, insegnante al Conservatorio S. Pietro a Maiella di Napoli ed in direzione di canto corale al Conservatorio di Lecce. Ha avuto diverse esperienze di coro ed ha cantato in diversi teatri lirici come il Teatro Rendano di Cosenza, il Teatro dell’ Opera di Roma, il Teatro Petruzzelli di Bari, il Teatro Verdi di Salerno ed il Teatro di S. Carlo di Napoli.

Già da diversi anni dirige orchestre sinfoniche e cori polifonici assumendo la direzione, finanche al Real Teatro di San Carlo di Napoli, di tanti concerti di musica da camera, sinfonica ed opere liriche come l’Elisir di Donizzetti, Cavalleria Rusticana di Mascagni, Traviata di Verdi, Carmen di Bizet, ecc., oltre a concerti di musica sacra come il Requiem di Mozart, la Messa di Gloria di Puccini, il Dixit di Haendel, il Magnificat di Vivaldi, il Messia di Haendel, ecc.

Nel 1996 ha fondato un’Accademia Musicale dedicata al grande tenore napoletano Enrico Caruso, della quale è presidente, facendo nascere una propria orchestra sinfonica, un coro polifonico ed un’orchestra di giovani musicisti under 21, partecipando a tantissime rassegne organizzate da enti pubblici e privati ma, soprattutto a sfondo sociale. Scrive infatti le musiche di due importanti Musical: Il Miracolo Inventato rappresentato anche al Teatro Piccolo di Milano di Giorgio Strehler dai ragazzi di Forcella, e Liberi di Cantare per e rappresentato dai detenuti di Poggioreale presso il Teatro Mercadante, del quale è stato inciso un CD dall’omonimo titolo distribuito su tutto il territorio nazionale.

Nel 2011 apre il Teatro Orazio in Napoli del quale è direttore artistico oltre a curare la direzione artistica di varie ed importanti rassegne e festival estivi come Pomigliano Classica da egli ideata ed affiancata alla già nota ed affermata Pomigliano Jazz, Scenari e Sul Sentiero degli Dei della alta e bassa costiera amalfitana, e Santa Rosa Conca Festival, in collaborazione col Comune di Conca dei Marini, curandone la direzione artistica della rassegna e del bellissimo Teatro all’Aperto.

Inoltre ha lavorato in sale di incisione in Italia ed all’estero, collaborando con grandi musicisti, arrangiatori e tecnici del suono di fama internazionale per la realizzazione di dischi di successo di numerosi ed affermati artisti.

Oltre alla intensa attività didattica e formativa tesa ad avvicinare tanti giovani e meno giovani alla musica classica, jazz e contemporanea, l’Accademia Musicale Enrico Caruso organizza stages e corsi di alto perfezionamento del canto con i selezionatori di importanti Talent Show della televisione nazionale.

Dott.ssa Rosy Iovine

Manager ed imprenditrice apre la sua prima Partita Iva sin dal 1991, a soli 24 anni. Si fa subito notare per capacità ed intraprendenza, tanto da essere chiamata da varie aziende a ricoprire ruoli dirigenziali, prima come direttore commerciale, poi con incarichi nella direzione delle risorse umane ed infine come direttore generale.

Si è laureata in Lettere e Filosofia con indirizzo linguistico presso l’Istituto Universitario Orientale di Napoli, parla 3 lingue straniere ed ha trascorso lunghi periodi all’estero frequentando stages e corsi di perfezionamento linguistico sia in paesi di lingua germanica che inglese.

Nel 2007 approda al settore dello spettacolo, curando sia gli aspetti organizzativi di eventi e manifestazioni (nel found-rising degli enti pubblici e privati, nella ricerca di sponsor, nella soluzione di problemi logistici, ecc.), sia del marketing e delle pubbliche relazioni dell’Associazione Musicale Enrico Caruso di Napoli oltre che di varie ed importanti rassegne e festival estivi come Pomigliano Classica affiancata alla già nota ed affermata Pomigliano Jazz, Scenari e Sul Sentiero degli Dei della alta e bassa costiera amalfitana, e del SantaRosaConcaFestival di Conca dei Marini, assumendo il ruolo di direttore di produzione del Teatro all’Aperto.

Nel 2011 diventa direttore amministrativo del Teatro Orazio in Napoli, per il quale si occupa di tutta la contrattualistica necessaria per l’ingaggio e la scrittura di artisti, le convenzioni con Cral ed Enti, fitti sala, promozione degli spettacoli e della campagna abbonamenti, gestione delle mailing lists, social networks, ecc., nonché tutto l’aspetto finanziario (Regione, Ministero e Banche).

Diventa anche organizzatrice di eventi/spettacoli curando in proprio tutti gli aspetti dall’ideazione, all’ingaggio di artisti, ai rapporti con gli enti previdenziali e di controllo (Enpals e Siae), alla promozione e pubbliche relazioni.

Prof. Eugenio Fels

Pianista e compositore, ha studiato pianoforte con A. Webb James e composizione con A. Di Martino.

Ha tenuto concerti nelle maggiori città europee: Berlino, Parigi, Vienna, Bruxelles, Bonn, Madrid, Milano, Roma, Napoli, ecc.

Concerti dedicati a sue composizioni sono stati eseguiti a Berlino, Hannover , Bruxelles, Milano, Roma, Napoli, Ravello, ecc.

É coautore ed interprete degli spettacoli “Erik Satie“ per pianoforte, voce recitante e due mimi (Napoli, 1980) e “Satie-Opéra” per due attori e pianoforte (Berlino, 1986).

Ha scritto le musiche di scena per gli spettacoli “Lustratio ad iter Averni” (Grotte della Sibilla, 1993) e “Mistero Velato” (Napoli, 2012).

Ha composto la colonna sonora per il film “Fade out“ (51ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, 1994).

È couture e interprete della performance “Alkèmia“ per pianoforte, corpo e immagini (Napoli, 1995).

Ha scritto Brani per uno e due pianoforti, per chitarra, per organo, per tastiere elettroniche, molta musica da camera, sia strumentale che vocale, con pianoforte e vari ensembles e per orchestra d’archi.

Ha registrato per “Rai 3” e per le etichette “Konsequenz” e “Border”.

È stato docente di Pianoforte Principale presso il Conservatorio di Musica “San Pietro a Majella” di Napoli per tanti anni, ora in pensione.